qui, ora!

dagrande

Fermati. Guardati, esisti. Hai una forma, un colore, un calore, un corpo. Puoi toccare le cose, puoi spostarle, accarezzarle. Sono fredde, lisce, ruvide e polverose, chiare e scure, brillanti. Occupano un posto sul mondo. Hanno colori, tanti. Puoi vederli. Sei seduto. Stai respirando. Sei al sicuro.

Sai emettere suoni. Un mondo di suoni, che simboleggiano cose. Cose che esistevano già. Sai cantare, urlare, bisbigliare, sbadigliare. Ascolti chi lo fa. Il vento, le piante, gli uccelli, gli altri come te. Alcuni sono belli, piacevoli, altri ti danno fastidio. Provi fastidio. Hai fame. quanti sapori riesci a distinguere. quante prelibatezze ti regalano il loro gusto.

Il tuo corpo non sa stare fermo. Mai. Miliardi di piccole forme e colori si spostano in ogni direzione dentro di te, cambiano forma e colore. Ti stai trasformando. Hai bisogno di qualcosa. No. Pensi. Sai creare immagini, visioni, luci. Conosci mille storie, mille te ne hanno raccontate. Sai stare in silenzio. Ricordi. Immagina. Cosa sarai domani?

 

Tutto cambia ogni momento, ma una cosa resta uguale in eterno. Tu sei qui. Tu sei ora.

_____________________________________________________

_____________________________________________________

*la foto è di Da grande voglio fare il polimero dello stirene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *